Con la sua meravigliosa chioma infuocata, gli splendidi occhi chiari e la pelle di porcellana, Yana Sinner è una bellezza mozzafiato. Ama i tatuaggi, il buon cibo, i libri e le serie tv, ma si definisce un po’ «antisociale». In questa intervista si racconta, svelandoci anche il suo elisir di bellezza… Leggete questa intervista per scoprirlo. Signori e signore, ecco a voi Yana Sinner.

Ciao Yana, vuoi presentarti ai nostri lettori?
Ciao! Sono Yana Sinner, fotomodella, SuicideGirl e designer della mia marca di intimo, SinnerCouture.

Da dove nasce il tuo amore per il tatuaggio?
Sono sempre stata diversa dagli altri: facevo parte di una subcultura, avevo tanti piercing, i capelli colorati e mi vestivo in un certo modo. Quando avevo 17 o 18 anni una compagna di classe si è fatta un piccolo tatuaggio e da quel momento ho capito che così anche io avrei potuto esprimere al meglio la mia personalità.

Proprio come la personalità, anche i tatuaggi non si possono togliere… rimangono per sempre sulla pelle e non ti fanno mai dimenticare chi sei!

Yana Sinner by Tatiana Minelli
Yana Sinner by Tatiana Minelli

Quando hai cominciato a fare la modella e quando sei diventata una SuicideGirl?
Avevo circa 14 anni quando ho cominciato a fare foto con i miei amici (ne scattavo, anche!) e poi circa nove o dieci anni fa ormai, ho cominciato a lavorare come fotomodella. Ho sempre desiderato diventare una SuicideGirl, ma ho avuto il coraggio di fare il mio primo set solo sei anni fa. Ricordo ancora il vecchio sito di SG e la sensazione che ho provato nel vedere il mio primissimo set sulla pagina principale! Avevo i capelli verdi, ancora pochi tatuaggi, ed ero una persona molto diversa da quella che sono ora.

Chi ti ha tatuato nel corso degli anni?
I miei primi tatuaggi erano un disastro e dopo qualche anno ho dovuto coprirli – o almeno modificarli. Nel corso degli anni mi hanno tatuato almeno quattro o cinque artisti diversi e sempre più bravi, ma purtroppo nessun nome famoso.

Yana Sinner by Minu
Yana Sinner by Minu

C’è un pezzo a cui sei particolarmente affezionata e, se sì, vuoi raccontarci il perché?
Il mio tatuaggio più famoso è il polipo sulla coscia. L’idea è stata mia: volevo qualcosa di grande, colorato, unico, che valorizzasse le mie curve e diventasse un pezzo “iconico” per la mia immagine da modella. Usando i miei disegni e i miei colori preferiti, alcune immagini che mi hanno ispirato e qualche foto di tatuaggi simili, insieme al tatuatore abbiamo creato il disegno finale direttamente sulla pelle.

Per lo stile ho scelto un mix tra realismo, neo-traditional e cartoon.

All’inizio mi è stato detto che questi stili non sposavano bene fra loro, ma alla fine secondo me è proprio questo il punto di forza del tatuaggio!

C’è una storia, sempre che tu voglia condividerla con noi, dietro la scritta “Carpe Diem” che appare sul tuo braccio destro?
Si, c’è anche “Memento Mori” sull’altro braccio, perché per me questi due frasi vanno sempre insieme e rispecchiano la mia filosofia: la vita è breve e gli incidenti succedono ogni giorno, non si può mai sapere quando finirà. Perciò la cosa più importante è essere felici e non aspettare “il momento perfetto”. Bisogna vivere nel presente. Con questo messaggio tatuato sulla pelle, mi sforzo di non dimenticarlo mai.

Hai in progetto nuovi tatuaggi?
Per ora vorrei solo finire i tatuaggi che ho iniziato e sistemare tutti gli altri. Magari tra qualche anno farei anche l’altra mano e la schiena, magari con un’artista del calibro di come Teresa Sharpe (lei è la mia preferita!). Ma tatuare tutto il corpo non è assolutamente nei miei piani.

Quali sono le tue più grandi passioni (oltre al tatuaggio naturalmente)?
Oltre al design di lingerie mi piace molto viaggiare, mangiare (direi che sono nel paese giusto) e giocare… o meglio: guardare mio marito giocare a Fallout sulla Playstation, che è ancora più divertente che giocare da sola. E poi adoro fare “dogwatching” (notare tutti i cani carini, pelosi, vestiti ecc. per strada). Amo i gatti.

Yana Sinner by Minu
Yana Sinner by Minu

Per conoscerti meglio: qual è il tuo film preferito? Leggi? Cosa guardi alla tv?
Mi piacciono i libri fantasy, di fantascienza e cyberpunk. Da bambina avevo sempre un libro (o due, o tre contemporaneamente) fra le mani: leggevo non-stop finché non finivo, e potevo divorarne anche uno in una sola serata, come una vera bookaholic. Ora ho tantissimi altri impegni e proprio per questo devo stare un po’ lontana da loro. Mi piace guardare serie e film, specie se ben fatti, ma anche solo semplicemente divertenti.

Toglimi una curiosità, da donna… Come fai a mantenerti così in forma?
Mi alleno con i pesi in palestra, mangio poco ma con gusto, non mi stresso e… ovviamente faccio il bagno nelle lacrime degli uomini (sorride).

Quali sono gli aspetti più interessanti del tuo lavoro e quali le difficoltà a cui vai incontro?
Il mio lavoro come modella e designer mi permette di conoscere molte persone interessanti, però è un po’ difficile essere una personaggio pubblico quando sei un po’ antisociale.

Quali sono i tuoi progetti per il 2019?
Diventare ricca e viaggiare spesso!

C’è qualcosa che che non ti ho chiesto e che vuoi aggiungere prima di salutarci?
No, mi sa che ho finito, grazie a tutti!

Seguite Yana su Instagram: @yanasinner