Una grande passione per l’arte, il disegno e naturalmente… il tatuaggio. Dopo il diploma all’Accademia di belle arti di Roma e un viaggio in Giappone che gli cambia la vita, Alessio decide di dedicarsi all’Horimono e dopo qualche anno approda al Macko tattoo shop – nella capitale. Diamo un’occhiata ai suoi lavori, su carta e su pelle, e scopriamo insieme la sua storia.

Alessio Ventimiglia, Macko tattoo shop, Roma
Alessio Ventimiglia, Macko tattoo shop, Roma

Ciao Alessio, vuoi presentarti ai nostri lettori?
Ciao a tutti, mi chiamo Alessio Ventimiglia e sono nato a Roma nel 1981. Da sempre affascinato dall’arte, dal disegno e dal tatuaggio, ho deciso di iscrivermi al liceo artistico dove ho appreso le basi per disegnare. Successivamente ho frequentato il corso di decorazione all’Accademia di belle arti di Roma, conseguendo il diploma nel 2007.

Da sempre appassionato di cultura giapponese, ho deciso anni fa di fare il primo viaggio in Giappone.

Dopo questa esperienza mi sono appassionato in modo radicale all’Horimono – il tatuaggio tradizionale giapponese – e da quel momento ho iniziato uno studio sull’iconografia classica e gli artisti delle stampe ukiyo-e. Dopo aver frequentato diversi studi di tatuaggi a Roma ora lavoro presso il Macko tattoo shop.

Alessio Ventimiglia, Macko tattoo shop, Roma
Alessio Ventimiglia, Macko tattoo shop, Roma

Quando hai cominciato a tatuare e in che modo sei arrivato a sviluppare il tuo stile?
Ho cominciato all’incirca nel 2010. Mi sono cimentato da subito nel giapponese, studiando e affrontando giornalmente le difficoltà iconografiche che impone, ma per una questione culturale non ho tralasciato gli altri stili.

Alessio Ventimiglia, Macko tattoo shop, Roma
Alessio Ventimiglia, Macko tattoo shop, Roma

È cambiato nel tempo?
Il mio stile è cambiato tantissimo, soprattutto negli ultimi tre anni. Il cambiamento è dettato dalla ricerca costante di qualcosa che rispecchi appieno sia la mia personalità che lo stile giapponese tradizionale, ricercando in ogni progetto qualcosa di unico e distintivo.

Quanto è importante per te dipingere e disegnare, oltre che tatuare?
Dipingo e disegno praticamente da sempre, e da quando ho cominciato a tatuare anche il mio stile di pittura e disegno sono cambiati in maniera radicale. Avendo fatto studi accademici è stato difficile approcciare il giapponese tradizionale, data l’assenza di volumi e tridimensionalità.

Alessio Ventimiglia, Macko tattoo shop, Roma
Alessio Ventimiglia, Macko tattoo shop, Roma

Quali sono i tuoi soggetti preferiti?
I miei soggetti preferiti sono quelli classici: draghi, carpe, demoni, tigri, guerrieri… il classico non muore mai, ma nel giapponese ci sono una miriade di soggetti legati anche alla cultura religiosa e non basta una vita per studiarli tutti.

Alessio Ventimiglia, Macko tattoo shop, Roma
Alessio Ventimiglia, Macko tattoo shop, Roma

E le tue tecniche preferite?
Lavoro a macchinetta, sia bobina che rotativa, anche se vorrei cimentarmi nel tebori (metodo classico a mano). Lavoro molto a mano libera, cercando di sposare al meglio la composizione con il corpo, per far sì che sia tutto il più armonioso possibile.

Alessio Ventimiglia, Macko tattoo shop, Roma
Alessio Ventimiglia, Macko tattoo shop, Roma

Da dove è venuta l’idea di questo eBook?
È nata principalmente vedendo la quantità di materiale raccolto nell’ultimo periodo, selezionando alcuni lavori e parlando con Antonio Macko Todisco abbiamo deciso di fare questo progetto, che grazie a Miki Vialetto è stato possibile realizzare.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Continuare a dare il meglio, crescere culturalmente, viaggiando e conoscendo altri tatuatori… Chissà, magari un giorno aprire anche un mio studio, ma comunque fare sempre quello che amo, con le persone che amo, e continuare a essere felice.

Seguite Alessio su Instagram: @alessioventimiglia