Sebastiano Damiano, in arte Abes, è un giovane tatuatore che lavora nello studio di Alex De Pase, a Cervignano del Friuli. Da bambino si scarabocchiava le gambe con il pennarello indelebile, e la sua grande passione per il disegno, il tatuaggio e la modificazione corporea lo hanno portato, da adulto, a realizzare il suo sogno: diventare un professionista in questo settore. Nell’intervista che ci ha concesso, ci racconta come…

Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli
Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli

Ciao Sebastiano, vuoi presentarti ai lettori di Tattoo Life?
Ciao a tutti mi chiamo Sebastiano Damiano, in arte Abes. Ho 31 anni e amo il tatuaggio.

Quando hai cominciato a tatuare e perché? Hai voglia di raccontarci quali sono state le tappe principali della tua carriera?
Ho cominciato a tatuare all’incirca sei anni fa. Ho sempre avuto una grande passione per il disegno: fin da piccolo mi scarabocchiavo le gambe con il pennarello indelebile… e mia nonna cancellava i segni con la pietra pomice! Ho deciso d’intraprendere questa carriera perché sentivo dentro di me che questo lavoro sarei riuscito a farlo mio al 100%.

Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli
Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli

Quando ho incominciato avrei voluto imparare a fare New School, ma la cosa si è rivelata abbastanza fallimentare: non riuscivo a restituire la compattezza e i volumi fondamentali per creare un pezzo in questo stile. Ho capito che i miei lavori in bianco e nero erano molto più efficaci, quindi ho abbandonato il primo progetto e optato per un disegno più piatto.

Da quel momento si sono spalancate davanti a me le porte del Blackwork, e questa è la strada che cerco di portare avanti tuttora.

Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli
Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli

Che formazione hai avuto e da dove viene il tuo amore per l’arte e per i tatuaggi?
Ho conosciuto Alex de Pase e il suo staff quando avevo all’incirca 16 anni, studiavo ancora e mi piaceva già l’ambiente dello studio di tatuaggi. Ne ero affascinato. Diversi anni dopo ho chiesto ad Alex se potevo avere la possibilità d’imparare questo mestiere: il mio obiettivo era far parte del suo staff. Così ho cominciato la gavetta, tatuando pezzi di pelle sintetica e pelle di maiale, per poi cominciare a fare qualche piccolo tatuaggio su di me e capire effettivamente come si comportava la macchinetta sulla pelle. In seguito ho tatuato qualche amico alla fine sono riuscito a diventare tatuatore a tutti gli effetti.

Diciamo che il mio amore non si concentra solo sul tatuaggio, ma sulla modificazione corporea in generale.

All’età di 15/16 anni ho scoperto BMEzine, questa rivista multimediale di Shannon Laratt, che mi ha dato la chiave d’accesso alla scoperta di questa realtà.

Come sei approdato nello studio di Alex? E che atmosfera si respira in quel di Cervignano?
Sono approdato nello studio di Alex prima come cliente e poi come resident artist. Cervignano del Friuli è una realtà molto piccola, però in studio si respira un’aria assolutamente positiva. Il nostro team è coeso. Collaboriamo molto tra di noi, esprimiamo le nostre opinioni cercando di confrontarci sempre l’uno con l’altro, facendo comunque ognuno il proprio stile.

Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli
Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli

A proposito di BMEzine, invece: il tatuaggio e la modificazione corporea sono parte integrante anche di una sperimentazione su di te – vuoi parlarcene?
Ritengo di essere una persona che vive le proprie passioni al massimo. Amo avere tatuaggi e voglio trasmettere questa sensazione anche alla persona che sto tatuando.

Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli
Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli

Tornando ai tuoi tatuaggi: come definiresti il tuo stile e da dove prendi ispirazione?
Non riesco a inserirmi del tutto all’interno di una categoria o a etichettare il mio stile. Cerco di rendere sempre più personale ogni mio tatuaggio, cercando di evolvermi sia per quanto riguarda la scelta dei soggetti, sia per la parte tecnica. Prendo inspirazione da molti tatuatori che stimo, adoro i graffiti e trovo un sacco di spunti anche nelle stampe litografiche dell’800.

Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli
Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli

Se c’è qualcosa che accomuna tutti i tuoi lavori direi che potrebbe essere un grande amore per il nero, quindi, e un’appassionata sperimentazione creativa. Che ne dici, è così?
Assolutamente sì! Cerco di bilanciare l’utilizzo di nero e bianco. Per quanto riguarda le parti chiare tendo a utilizzare alcune texture – dove le ritengo efficaci –, ma dipende sempre dal tipo di tatuaggio che vado a eseguire. La componente creativa cerco d’inserirla più o meno in tutti i miei lavori, cercando sempre come obiettivo la riconosciubilità e l’unicità.

Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli
Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli

Quanto è importante per te dipingere e disegnare?
Disegno abbastanza. Ritengo sia assolutamente fondamentale e necessario questo processo creativo. Penso che sia un passaggio chiave, prima di procedere con l’esecuzione del tatuaggio. Si va a creare una connessione fra testa e mano, partorendo il progetto su carta e in seguito su pelle. Adoro utilizzare altri supporti – come per esempio tavole da skateboard, che mi diverto particolarmente a customizzare.

Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli
Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli

Che cosa stai facendo in questo periodo di reclusione forzata?
In questo periodo di quarantena sto disegnando. Cerco di trovare nuovi spunti e idee, con l’obiettivo di essere sempre più propositivo per quando si ritornerà operativi. Ascolto un sacco di musica, variando dal punk californiano fino a Luigi Tenco. A seconda delle giornate. Vedo film, serie su Netflix, e sto per completare la lettura di un libro.

Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli
Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli

Insomma, cerco d’impiegare il tempo al meglio. Cerco anche di lavorare su me stesso, perché penso che questa quarantena abbia obbligato molte persone a guardarsi allo specchio, invitandole a porsi un sacco di domande e a cercare delle risposte. Nel mio caso, mi ha portato a riflettere sul fatto siamo stati messi (quasi) tutti sullo stesso livello, obbligandoci ad affrontare anche cose che personalmente ho sempre cercato di evitare – come la noia e l’attesa… inevitabili in questo periodo.

Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli
Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli

Quali sono le tue preoccupazioni, i tuoi sogni e i progetti per il futuro?
Nel mio futuro c’è’ sempre il progetto di viaggiare molto, per imparare, crescere e spaziare ancora di più con la mente – voli permettendo. Desidero un giorno fare sempre più guest, per vivere altre realtà lavorative e apprendere di conseguenza. Sperando che finisca al più presto questa bolla spazio-temporale che stiamo vivendo per ritornare alla nostra quotidianità.

Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli
Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli

C’è qualcos’altro che vuoi aggiungere e che non ti ho chiesto, prima di salutarci?
Penso di aver detto tutto quello che volevo comunicare. Vi ringrazio per questa intervista, saluto tutti e spero ricapitino altre occasioni di questo tipo in futuro!

Abes, Alex de Pase Store, Cervignano del Friuli

Seguite Abes su Instagram: @abestattoo